Il Master

Obiettivi e Finalità

Il Master di II livello in Manutenzione e Riqualificazione sostenibile dell’ambiente costruito” afferente al Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli Federico II ha lo scopo di fornire conoscenze specialistiche per la mitigazione delle condizioni di vulnerabilità dell'ambiente costruito, soddisfacendo le istanze della sicurezza, del comfort e della riduzione del fabbisogno energetico attraverso interventi sostenibili. In particolare, il Master prevede di formare Professionisti specializzati nel campo della manutenzione e della riqualificazione dell'ambiente costruito, con capacità di controllo e applicazione progettuale di normative tecniche, conoscenza dei procedimenti amministrativi, diagnosi, interventi di retrofit tecnologico e monitoraggio. Le  competenze acquisite sono finalizzate allo sviluppo di capacità di progetto e gestione integrata dei molteplici aspetti volti a ripristinare, migliorare o adeguare le prestazioni e le caratteristiche di edifici esistenti - sia di tipo specialistico che residenziale -, attraverso modalità e valori coerenti con le  preesistenze e puntando sull'innovazione tecnologica come fattore per raggiungere gli elevati livelli prestazionali oggi richiesti.

Mercato del lavoro: competenze innovative e sbocchi professionali

l percorso formativo risponde all'esigenza dei professionisti con competenze innovative nella diagnostica e monitoraggio, nella valutazione di fattibilità, nonché nella pianificazione, programmazione e progettazione degli interventi. Seminari, sopralluoghi, conferenze e rapporti con gli stakeholders forniranno il supporto necessario alla pianificazione manutentiva e alla progettazione della riqualificazione sostenibile anche attraverso approfondimenti sulle problematiche di interoperabilità dei modelli informativi con l'utilizzo di tecnologie BIM e GIS. Ambiti occupazionali di tipo pubblico e privato nei quali il Professionista potrà trovare sbocchi lavorativi possono individuarsi soprattutto in:  
  • Società di ingegneria e di architettura
  • Imprese e produttori di materiali e componenti
  • Società di gestione di patrimoni immobiliari
  • Enti locali operanti sul territorio nazionale
  cui è demandata la responsabilità tecnica e culturale della sicurezza, salvaguardia e immissione di nuove qualità per l'ambiente costruito.

Requisiti per l’ammissione

Ai sensi del regolamento di istituzione ed attivazione del corso di Master di II livello in “Manutenzione e Riqualificazione sostenibile dell’ambiente costruito”, sono ammessi al corso, a pena di esclusione, coloro i quali siano in possesso di una delle Lauree di seguito elencate:
LM-4 Classe delle Lauree Magistrali in Architettura e Ingegneria Edile-Architettura
LM-4 C.U. Classe delle Lauree Magistrali in Architettura e Ingegneria Edile-Architettura (Quinquennale)
LM-12 Classe delle Lauree Magistrali in Design
LM-23 Classe delle Lauree Magistrali in Ingegneria Civile
LM-24 Classe delle Lauree Magistrali in Ingegneria dei Sistemi Edilizi
LM-31 Classe delle Lauree Magistrali in Ingegneria Gestionale
LM-35 Classe delle Lauree Magistrali in Ingegneria per l’ambiente e il territorio
LM-48 Classe delle Lauree Magistrali in Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale
  Sono ammessi con riserva al concorso anche coloro i quali conseguano il titolo di laurea successivamente alla data di scadenza prevista per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso, purché entro la data di scadenza prescritta per l’iscrizione al corso dei vincitori nei termini di cui al presente bando ed agli eventuali relativi avvisi di rinvio. Sono, altresì, ammessi, sotto condizione del conseguimento di una delle lauree sopra indicate, coloro i quali siano in possesso dei diplomi di laurea (DL) vecchio ordinamento, nonché delle lauree specialistiche (LS) e magistrali (LM) appartenenti alle classi di laurea equiparate ai titoli che consentono l’accesso al concorso secondo la tabella allegata ai Decreti Interministeriali 9 luglio 2009 e successive modificazioni ed integrazioni. Sono ammessi al concorso coloro i quali siano in possesso di titoli di studio conseguiti presso Università straniere dichiarati equipollenti, ai sensi della vigente normativa, ovvero titoli di studio che la commissione giudicatrice potrà dichiarare validi ai soli fini dell’ammissione al Master. L’iscrizione dei cittadini non comunitari residenti all’estero è subordinata al rispetto delle norme vigenti ed in particolare al necessario rilascio del visto nazionale di lungo soggiorno per motivi di studio. I candidati sono ammessi al concorso con riserva.